Start-comune

“Start-comune” è la start-up di “Generazione comune”: un team informale motivato a diventare un attivatore di comunità empatiche e sostenibili basate sul modello della “cooperativa di comunità”. Il progetto intende essere un generatore di opportunità, un catalizzatore di sostenibilità basato sulla partecipazione, sull’empatia e sull’autenticità delle relazioni.
Agendo in stretta sinergia con le Istituzioni territoriali e con tutti i partner coinvolti si intende agevolare l’attuazione delle direttive europee in materia di “Smart Cities” attraverso la costruzione di una “Smart Community”, ovvero di una cooperativa di comunità (con riferimento alla Legge Regionale del 20 maggio 2014 n. 23) nell’area del Municipio 2 del Comune di Bari. Lo spazio delle cooperative di comunità ci sembra infatti uno spazio concreto, sociale e partecipativo capace di favorire forme di crescita intelligenti, sostenibili e inclusive (Fonte – CE, Europa 2020. La strategia europea per la crescita).
Il presente progetto prende le mosse da “Orto Domingo”, area verde interna al Municipio 2 del Comune di Bari che attualmente versa in stato di abbandono. Tale spazio ci sembra un luogo strategico per “fare comunità” ripartendo dalla terra e dai cittadini. La nostra visione di “Orto Domingo” è quella di un orto urbano di vicinato attivato su suolo pubblico che si fa rete di micro-orti, crocevia di esperienze e scambi solidali tra singoli cittadini e realtà sociali.
Consapevoli che l’innovazione sociale comporta un nuovo modo di organizzare l’attività umana, “Orto Domingo” – area rispetto alla quale è stata già richiesta concessione dei suoli al Comune di Bari attraverso il partner di progetto “APS Parco Domingo Comunità Empatica e Sostenibile” – non è solo un orto, è il punto d’avvio per sperimentare processi di cooperazione, progettazione partecipata, coworking, capitalizzazione sociale e mutualità diffusa.
“Start-comune” punta a realizzare 1) la prima cooperativa di comunità nell’area del Municipio 2 della Città di Bari agendo sia sul lato della domanda sia su quello dell’offerta: ascolto e mappatura dei bisogni collettivi emergenti: economici, di sicurezza, di relazione (lato della domanda); creazione di un know-how necessario alla riattivazione delle risorse locali della comunità di riferimento (lato dell’offerta); 2) uno standard di processo e gestionale per la replicabilità e la scalabilità dei metodi individuati in diversi contesti della provincia di Bari e della Regione Puglia

Attivare cooperative di comunità, partecipare al bene comune, generare capitale sociale, catalizzare sostenibilità. #culturability3

Il progetto in un tweet
Bari
Città
BA
Provincia
Puglia
Regione