sPAZZI: HiStorytelling e partecipazione attorno agli archivi della follia

ll progetto intende avviare la restituzione dell’area che ospita l’ex villaggio manicomiale San Niccolò agli abitanti e ai visitatori della città di Siena. Il complesso, situato all’interno della cerchia muraria senese, è oggi sede universitaria (UNISI) e presidio medico (USL). Sebbene sia in parziale stato di abbandono, costituisce un patrimonio storico e architettonico fondamentale per la città. Sono tre gli obiettivi del progetto.
Il primo è il ripristino dell’edificio che ospitava la farmacia dell’ex O.P., situata oltre l’accesso monumentale al complesso. L’edificio, su due piani e in discrete condizioni di conservazione, ha una superficie di circa 190mq. Entro 3 mesi dall’avvio dei lavori si prevede l’apertura al pubblico del pianterreno. L’obiettivo è dare vita a uno spazio ibrido che assolva una funzione espositivo-informativa (con espositori contenenti oggetti e documenti del passato manicomiale e monitor) e una operativa, luogo di co-working per imprese sociali e culturali in rete, aperto agli operatori culturali, un incubatore progettuale per immaginare il futuro del San Niccolò.
Il secondo obiettivo è il completamento della digitalizzazione dell’archivio manicomiale, già provvisto di un ampio inventario e in attesa di acquisizione di nuovi fondi, attraverso la creazione di una piattaforma open source che confluirà nel progetto nazionale “Carte da legare”. Attraverso la piattaforma si avvierà anche un processo di raccolta e restituzione delle testimonianze e dei ricordi individuali di chi ha attraversato l’istituzione psichiatrica (pazienti, familiari, medici, infermieri). I locali della farmacia ospiteranno un Centro di documentazione su Cultura e Salute, punto di riferimento per la fruizione dell’archivio e delle testimonianze anche attraverso percorsi espositivi e interattivi.
Il terzo obiettivo è non fermarsi ai primi due, attivando percorsi di co-progettazione. A breve termine l’attività di fundraising permetterà la graduale e completa ristrutturazione della farmacia, che diventerà uno spazio polivalente che ospiterà eventi, mostre, incontri di discussione partecipata su politiche cittadine e coesione sociale. Sarà un centro studi e un laboratorio bottom up per promuovere idee innovative sul rapporto cultura e salute. A lungo termine (10 anni) la progettazione riguarderà la rigenerazione completa e partecipata degli altri luoghi compresi nell’area del San Niccolò, trasformando l’intero complesso in uno spazio condiviso, vivo e fruibile

Rigenerare il patrimonio, riattivare la memoria, immaginare il futuro degli #sPAZZI dell’ex manicomio San Niccolò di Siena #culturability3

Il progetto in un tweet
Siena
Città
SI
Provincia
Toscana
Regione