PORTICI Portale Territoriale d’Integrazione e Cultura Innovativa sarà Lo sporello alla cultura di Potenza da cui vuole ripartire l’economia culturale cittadina. In un contesto storico in cui l’offerta lavorativa è in decrescita e la PA da sola non riesce a sostenere costi e soddisfare bisogni in aumento, lo sportello offrirà un servizio di sostegno e di messa in dialogo tra questi due mondi. Da un lato si garantirà ai giovani un supporto alla formazione, al diritto al gioco e alla creatività, alla cooperazione e all’inclusione sociale rendendoli principali frequentatori e attivatori del patrimono culturale esistente, dall’altro si affiancherà indirettamente la PA in una sperimentale modalità economica e culturale di valorizzazione e promozione del territorio. PORTICI vuole diventare un esempio di riattivazione del patrimonio artistico a partire dalla creatività giovanile e dalle energie provenienti dal terzo settore e interesserà gli spazi pubblici culturali individuati come poco frequentati, sottoutilizzati e economicamente deboli ma funzionanti, aperti al pubblico e detentori di un patrimonio culturale da valorizzare. Sulla base di debolezze e opportunità individuate, lo sportello metterà in campo risorse umane che ricopriranno diverse mansioni, creeranno nuovi bisogni culturali e attiveranno nuovi servizi creando occupazione e sviluppo del territorio. Il modello potrebbe costituire il prototipo di buona pratica da riproporre alla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e da sviluppare in altre realtà regionali.

PORTICI: I luoghi della cultura in mano ai giovani per una città che rinnova la sua strategia culturale #Culturability3

Il progetto in un tweet
Potenza
Città
PZ
Provincia
Basilicata
Regione