POCHETTINO. Laboratorio popolare di storie e cucine

“Un giorno, mentre stava pulendo la cucina, Pochettino trovò una moneta, un citìn. Cosa poteva comprare con un citìn?
Ispirato a un racconto popolare, il progetto si propone di creare uno spazio di scambio, incontro e contaminazione sociale e culturale attraverso la cucina e i linguaggi dell’immaginazione.
Sul territorio di Pietra Alta, diversi spazi in disuso e fatiscenti necessitano riconversione positiva e utile, possibilmente in sinergia con le realtà già operanti. In particolare, il Laboratorio di quartiere di via Cavagnolo 7 raccoglie la gran parte dell’associazionismo territoriale e delle attività culturali e ricreative, ma vive una condizione di isolamento che penalizza le attività stesse. L’apertura di un luogo condiviso, propositivo, di socializzazione, si pone l’obiettivo di supportare le azioni già esistenti, facilitare l’avviamento di nuove, e creare uno spazio con una propria offerta.
Lo spazio individuato è un piccolo stabile con giardino, che si intende predisporre a orto di fiori e erbe aromatiche, coinvolgendo per la progettazione e la messa in opera gli anziani del quartiere e per il mantenimento la comunità residenziale di via Tasca (disabili con patologie psichiche).
L’allestimento interno prevede cucina attrezzata, angolo bar e sala conviviale, arricchita con una libreria e una zona bimbi. Gli arredi saranno reperiti sul territorio tramite raccolta, riciclo, riutilizzo.
Come laboratorio popolare, ci si propone di offrire alla cittadinanza workshop e incontri di linguaggi visivi e modi di narrazione (fumetto, scrittura creativa, graffiti, graphic novel, illustrazione) per tutti. I laboratori avranno come obiettivo secondario quello di decorare ed abbellire locale e quartiere. Gli eventi saranno accompagnati da iniziative gastronomiche: merende, cene a tema, laboratori misti.
L’attività di ristoro inizierà in concomitanza di iniziative culturali interne e di attività ed eventi di quartiere, in particolare in accordo con il Laboratorio di Quartiere (Uni3, lezioni di danza-arti marziali-musica, proiezioni del PiccoloCinema, doposcuola), per poi creare un calendario di eventi a sé.
In un gruppo cucina, gli abitanti potranno condividere ricette e cucinare insieme per cene a prezzi popolari aperte ai cittadini. Percorsi di approfondimento di tematiche specifiche con professionisti potranno essere avviati su richiesta. La cucina sarà a disposizione per laboratori e corsi di cucina rivolti ai più giovani.

Un laboratorio di quartiere per incontrare, scambiare e far cultura. Dar vita con il cibo e le storie a una comunità solida attiva creativa

Il progetto in un tweet
Torino
Città
TO
Provincia
Piemonte
Regione