Palermo open heritage. Cultura da condividere

Palermo open heritage offre un’ampia gamma di servizi collegati alla valorizzazione del patrimonio culturale della città di Palermo a partire dall’itinerario arabo-normanno appena proclamato dall’Unesco patrimonio dell’umanità: servizi per il turismo, ricerca, pianificazione, comunicazione, mediazione sociale, organizzazione di eventi, educazione, didattica e formazione. Il progetto è pensato per rivitalizzare uno spazio, la ex sagrestia dell’Oratorio di San Mercurio, attualmente non utilizzato, che si trova in un comprensorio di alto valore artistico e monumentale ma, al contempo, all’interno di un quartiere popolare: gli spazi, che necessitano di un modesto intervento di recupero, si trovano alle spalle dell’Oratorio di San Mercurio, a fianco della chiesa di San Giovanni degli Eremiti e a poche centinaia di metri dalla Cattedrale e da Palazzo dei Normanni, tutti beni culturali che fanno parte dell’itinerario arabo-normanno recentemente dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Beni che, se adeguatamente valorizzati e comunicati, possono rappresentare un volano di sviluppo sociale ed economico che parta dall’idea di una Palermo punto di incontro tra culture, religioni e storie diverse. Una Palermo aperta e condivisa, che da un canto consolidi percorsi di appropriazione e di identificazione da parte dei cittadini (e dei nuovi cittadini, gli immigrati) e dall’altro offra ai turisti uno sguardo nuovo, con nuove occasioni di visita e di conoscenza. Il progetto mira a creare nuova economia partendo dal basso e a sviluppare processi di collaborazione e di co-progettazione sulla cultura e il turismo con altre associazioni e organizzazioni del privato sociale impegnate nel recupero e nella valorizzazione del patrimonio culturale, così come con le istituzioni pubbliche. Il progetto introduce un’innovazione nel contesto dei servizi per la cultura a livello locale poiché promuove la figura del Cultural Heritage Advisor, molto diffusa negli Stati Uniti e in alcuni paesi europei. Inoltre il progetto dimostra una forte capacità di creare reti poiché è sostenuto da organizzazioni importanti che da molti anni si occupano di valorizzazione del patrimonio culturale della città di Palermo.

Nel cuore di Palermo e dell’itinerario arabo-normanno patrimonio dell’Unesco, mettiamo in connessione persone, esperienze e cultura.

Il progetto in un tweet
Palermo
Città
PA
Provincia
Sicilia
Regione