Nuovo Circolo Da Giau

Il progetto vuole valorizzare lo spazio del circolo Da Giau, presente sul territorio da oltre cinquant’anni, che svolge quotidianamente attività ricreative a carattere ludico (giochi di carte, calcio balilla, ping-pong) e sportivo (corsi di danza): le potenzialità che offrono i suoi spazi (interni ed esterni) e i bisogni del quartiere, tuttavia, sono ben più ampi.
La prima azione di progetto (A1) consiste in una fase di ascolto del territorio rivolta alla fascia di residenti del quartiere che meno frequenta il circolo, cioè i giovani fra i 15 e i 30 anni, attraverso una campagna comunicativa e degli incontri specifici per stimolarli attraverso un contest (la cui forma sarà definita in seguito agli input raccolti dai contatti con i giovani stessi e le istituzioni territoriali di riferimento – scuole, circoscrizione) a ragionare sulla “rigenerazione” del rapporto del circolo con i residenti giovani del quartiere.
La seconda azione (A2) si concentra sulla rigenerazione fisica degli spazi, che saranno preparati per accogliere le attività che si intende implementare e poter offrire servizi come, ad esempio, il wi-fi gratuito, e saranno rinnovati attraverso le stesse attività culturali proposte, come ad es. azioni di live painting sui muri del circolo. Non sono previsti interventi di ristrutturazione ma l’acquisizione di attrezzature e materiali di consumo.
La terza azione (A3) delinea le attività che si intende realizzare con continuità negli spazi del circolo assieme ai soggetti partner. Queste sono pianificate secondo tre direttrici: a) il consolidamento dell’offerta di corsi (già presente al circolo) inserendovi un percorso di arti circensi rivolto a un pubblico giovane (attività 3.1), b) la costruzione di momenti di scambio con il quartiere, attraverso la realizzazione di attività culturali che si pongano in relazione con questo (attività 3.2 e 3.2), e c) l’attrazione di pubblico non residente nel quartiere, attraverso attività di spettacolo da realizzarsi in particolare nei mesi estivi, valorizzando gli ampi spazi esterni del circolo (attività 3.3). Accanto alla realizzazione di queste attività è previsto, da un lato, un costante lavoro di valutazione della risposta del quartiere alle attività proposte e, dall’altro, una costante ricerca di possibili collaborazioni e partenariati da attivare sulle stesse, anche con soggetti che operano fuori dal territorio di riferimento, per essere pronti a recepire e importare ulteriori competenze e buone pratiche.

Cinquant’anni sul territorio e non sentirli: il circolo Arci Da Giau rinnova attività e spazi.

Il progetto in un tweet
Torino
Città
TO
Provincia
Piemonte
Regione