Nel ricco nord-est esiste un piccolo paese tra acqua e terra, prosecco e fabbrichette, dove non esiste presente e futuro, dove le persone non comprendono la bellezza del luogo in cui crescono e non conoscono altro mondo oltre il loro cortile. In questo luogo completamente fuori dal tempo e del mondo nasce l’esigenza di fare del proprio spazio un luogo d’incontro e di ritiro, si sviluppa la necessità di essere centro propulsore di produzione artistica e di connessioni creative.
È così che nel 2005 nasce Lago Film Fest, un festival internazionale di cortometraggi e documentari che, prendendo corpo nel metabolismo urbano del vivere quotidiano, si è inserito sin da subito nel territorio per valorizzarne il potenziale creativo e per dar vita a nuovi stimoli e contaminazioni artistiche attraverso la cinematografia. Un evento che è capace di connettere persone, arti, ambiente, paesaggio e tradizione, facendosi fucina culturale, laboratorio formativo e punto d’incontro e di convergenza fra percorsi e realtà che condividono un comune interesse, utilizzando un approccio prettamente artistico di public art. Nel corso degli anni il festival è notevolmente cresciuto, acquisendo una dimensione e un rilievo sempre più trasversali e ponendosi come interessante e innovativa piattaforma di dialogo fra processi creativi e prodotti cinematografici diversificati.
Da questa attività nasce la necessità di trasformare un evento in attività quotidiana, un laboratorio creativo non convenzionale che riunisce e connette artisti di provenienza,formazione e sensibilità diverse e promuove uno scambio di esperienze e un dialogo capaci di generare progetti condivisi,favorendo meccanismi di networking e incoraggiando una continua osmosi creativa.Nel dare forma a questa idea di hub creativo, un centro culturale, detta Piattaforma Lago,veicolo di valorizzazione degli aspetti naturalistici e culturali del territorio,facendosi paradigma di una seconda fondamentale intuizione: far leva sul potenziale paesaggistico di un’area geografica decentrata per creare un open space creativo senza confini,in perfetta armonia con l’ambiente e il territorio, divenuti negli anni fonti costanti d’ispirazione e destinatari di un’opera di riconversione e implementazione strategica.Accanto a questi nuclei d’ispirazione e di lavoro,la volontà di lavorare attivamente e costantemente con la popolazione locale e il desiderio di promuovere attraverso il festival un’immagine di Italia lontana dagli stereotipi.

PiattaformaLago motore di cambiamento in continua evoluzione: oltre i confini dell’immaginario #lagoticambialavita #culturability3

Il progetto in un tweet
Revine Lago
Città
TV
Provincia
Veneto
Regione
lagofest.org
Sito web
Social accounts