Il bradisismo dell’83 ha rappresentato per i puteolani un momento tragico, una cesura con una Pozzuoli che non esiste più. Una vita sociale alterata e quasi negata, la città risultò smembrata nei suoi caratteri peculiari. Il centro storico di Pozzuoli con gli anni e con le iniziative messe in campo dall’ultima amministrazione ha ritrovato vivacità nello spazio pubblico e nella sua fruizione, il quartiere di Monterusciello no.
Le criticità del tessuto urbano derivano da una realizzazione incompleta e non conforme al progetto redatto originariamente da Agostino Renna, soprattutto per quel riguarda i luoghi della vita pubblica. Piazza degli Aranci rientra tra questi. Il progetto intende essere la prima di una serie di iniziative su Monterusciello tendenti a risanare la totale assenza di coesione sociale.
La piazza deve tornare ad essere spazio sociale, una risorsa per il territorio, versatile e aperta alle iniziative dal basso che concorrano alla creazione di un’identità e di un senso di appartenenza al quartiere, oltre che ad offrire nuovi servizi ed attività culturali/ricreative per esso. Sarà disposta una fitta programmazione tra workshop/cine-teatro all’aperto/mercati rionali/assemblee pubbliche/attività di autofinanziamento per iniziative in corso e per l’attivazione di nuove.
L’obiettivo è creare un fondo da reinvestire in azioni di rigenerazione in nuovi punti del quartiere.
Il workshop di autocostruzione sarà la prima occasione programmata per fare piazza. Dalla co-progettazione si arriverà agli interventi di autocostruzione veri e propri che punteranno sulla multi-funzionalità degli arredi, allo scopo di rendere la piazza riconfigurabile ed in grado di mutare adattandosi alle varie esigenze legate alla pluralità di iniziative che si prevedono per questo spazio. Fondamentali per la buona riuscita del progetto saranno le assemblee pubbliche che periodicamente illustreranno lo stato di avanzamento delle attività. Saranno coinvolte sempre più associazioni già operanti sul territorio così da creare, con il supporto dell’amministrazione, una rete di cittadini forte e ben strutturata capace di compiere un re-design dello spazio pubblico puntando alla creazione di opportunità di occupazione e di sviluppo del territorio.
Gli spazi vuoti e sottoutilizzati possono diventare il punto di forza di Monterusciello: attraverso la collaborazione e la condivisione delle risorse bisogna puntare alla formazione di un’identità di quartiere ormai necessaria.

#culturability3 #labilitàurbane #piazzadegliaranci #monterusciello
due panchine fanno una piazza?

Il progetto in un tweet
Pozzuoli
Città
NA
Provincia
Campania
Regione
Social accounts