Vi è mai capitato di trovarvi di fronte ad un monumento od un palazzo storico e volerne sapere di più? E se non ci sono cartelli informativi, e se non conosceste la lingua con cui chiedere ai cittadini locali, come fareste a conoscerlo e di conseguenza… rispettare tale bene storico?
L’applicazione “Kublai AN” che prende il nome dall’imperatore dei Tartari che Calvino racconta come curioso turista delle sue stesse terre attraverso i racconti di Marco Polo ne “Le Città Invisibili” nasce proprio per raccontare tali invisibili città a chi è straniero in terra straniera, ma anche ai suoi stessi cittadini.

La città di Ancona, così come molte altre città sta rilevando alcuni problemi di carattere sociale:
– Il degrado urbano, legato alla mancanza di rispetto dei cittadini e degli ospiti della città.
– La perdita di identità cittadina, ed il conseguente disgregamento del tessuto sociale.
– La mancata valorizzazione del patrimonio culturale, e conseguente perdita di attrattiva turistica.
– Il dilagante spopolamento del centro storico della città, ed il suo inevitabile stato di abbandono.

Questo progetto vuole attraverso la realizzazione di un’apposita BibliotecaBanca della Memoria Locale, raccogliere le informazioni riguardanti la storia della città e trasformarle in un servizio informatico di carattere turistico, ma anche approfondimento per i cittadini, e sopratutto in pratici esercizi di italiano per migranti, incentivando così non solo l’identità comunitaria dei cittadini, e la valorizzazione del patrimonio culturale come attrattiva turistica, ma anche il rispetto ed il senso di appartenenza verso la città da parte dei suoi ospiti.

Realizzazione di un’app che trasformi la Memoria Storica Locale in Esercizi di Italiano per migranti ed informazione turistica.

Il progetto in un tweet
Ancona
Città
AN
Provincia
Marche
Regione