Il Borgo Solidale

Siamo delle associazioni e gruppi informali imolesi – da tempo attive sul territorio – che hanno deciso, sin dal 2013, di condividere le loro esperienze. Il progetto che abbiamo implementato e le prassi che adoperiamo sono basati sulla relazione collaborativa tra i componenti la filiera ed hanno come obiettivo il BENE COMUNE, inteso come bene di tutti, del territorio e dell’ambiente.
Ci riconosciamo in una modalità di relazione su base fiduciaria, trasparente, con un ascolto rispettoso, nella consapevolezza di costruire un processo partecipativo dal basso. Ci riconosciamo nel fare assieme e nella comunità che si sostiene.
Per questo Il borgo solidale si ripropone di rigenerare una parte dell’Ex manicomio dell’Osservanza di Imola, per riaprire alla città un luogo storico, che per anni è stato simbolo di disagio ed emarginazione. Vogliamo raggiungere questo obiettivo ponendo al centro la sostenibilità ambientale e la produzione agroalimentare, come base della sovranità alimentare e veicolo di saperi da condividere. La sinergia tra questi temi e le attività educative, sociali, laboratoriali, commerciali, offrirà alla cittadinanza un luogo dove ritrovare i valori dell’equità, correttezza, trasparenza, solidarietà.
All’interno del Borgo Solidale potrete trovare:
• Iniziative ed attività educative, formative, culturali, corsi pratici, dedicati a: cittadinanza attiva e legalità, economia solidale, consumo critico, baratto, finanza etica, educazione alimentare, autoproduzione, riciclo e riuso, sostenibilità ambientale, risparmio energetico
• attività di piccola ristorazione con prodotti etici e biologici, con adeguate modalità per evitare gli sprechi alimentari per diffondere buone pratiche di vita eco-sostenibili
• mercati dei produttori biologici, biodinamici del territorio
• laboratori permanenti di libere arti e mestieri, per favorire la cultura del saper fare e della co-produzione, la manualità e la creatività artistica.
• creazione di orti e giardini comunitari condivisi, parchi e spazi aperti attraverso percorsi di progettazione partecipata
• co-selling (punto vendita condiviso tra realtà commerciali appartenenti al gruppo dell’economia solidale)
• temporary shop a disposizione di makers, creativi, artisti e giovani realtà del territorio.
• Co-working delle associazioni.
Ci impegniamo perciò a costituire un’associazione temporanea di scopo per rendere possibile e operativo il borgo solidale.

coworking, botteghe, lab, officine del fare per rigenerare #imola con l’economia solidale e i prodotti bio del territorio #culturability3

Il progetto in un tweet
Imola
Città
BO
Provincia
Emilia-Romagna
Regione