I PIONIERI DEL SALTO DI FONDI E IL TURISMO DELL’IDENTITÀ

Il progetto fa perno sul concetto di memoria collettiva, ovvero quel patrimonio condiviso di ricordi di un passato, più o meno mitico, su cui una comunità o un gruppo fondano la propria storia e quindi la propria identità.
Da qui la volontà di costruire un’immagine unica e attraente del Salto di Fondi, che richiami una generale appartenenza identitaria a un elemento caratterizzante e riconoscibile come quello dell’essere stato Pioniere del Salto di Fondi o discenderne.
Si tratta quindi, di una funzione attiva e ricostruttiva che non si limita ad “archiviare” i fatti accaduti, ma a fornirne un interpretazione di senso che li integri coerentemente nella storia che questo gruppo sociale racconta su sé stesso e in cui si identifica. I membri di questa collettività veneta e ciociara, in altre parole, condividono dei ricordi e, con essi, un’interpretazione degli eventi passati che gli consentono di riconoscersi in questa storia comune chiamata bonifica mantenendo un’identità collettiva attraverso valori, credenze e miti che la memoria collettiva trasmette e costruisce anche in funzione della storia attuale e dei progetti futuri.
Operativamente i punti salienti su cui si andrà a operare sono:
– Il museo diffuso “con il recupero di casali e dell’idrovora di Chiancarelle” capace di valorizzare potenzialità nascoste del territorio, attivando flussi turistici in luoghi meno conosciuti (museo della bonifica, delle arti e dei mestieri);
– La valorizzazione dei punti di interesse con itinerari tematici e la realizzazione di persorsi a piedi e in bici con servizio di bike sharing annesso intorno al lago e lungo l’itinerario dei casali della bonifica, con partenza dall’idrovora;
– Un portale internet per la promozione dei servizi offerti e dei prodotti locali, collegato alle realtà locali già on-line;
– Realizzare soluzioni di comunicazione coordinata per l’identità visuale;
– Attivare l’ostello per il turista viaggiatore, anche in funzione della vicinanza con la Via Francigena, l’Appia e la Flacca;
– Attivare un servizio di birdwatching itinerante e permaente con stazioni di osservazione;
– Istituire un polo formativo permanente strettamente collegato con i comparti scolastici locali, sia per quanto concerne i docenti sia i discenti;
– Attivare azioni di promozione legate al concetto di turistico verde in tutte le sue varianti: RICREATIVO, ESCURSIONISTICO e SCOLASTICO;
– Istituire collaborazioni tra comuni limitrofi, associazioni e cooperative esistenti.

La Vita dei Pionieri, la storia della bonifica del Salto di Fondi, la promozione del Turismo dell’identità #culturability3

Il progetto in un tweet
Fondi
Città
LT
Provincia
Lazio
Regione