HuBrindisi è un progetto di un gruppo di giovani professionisti Marco D’Angelo, ingegnere civile, Raffaele Spinosa, architetto e Giuseppe Bottacci, commercialista, che nasce dal bisogno di voler vedere crescere la propria città, Brindisi, sia da un punto di vista culturale, che lavorativo, attraverso la cultura del fare. Il nome del progetto deriva dalla fusione delle parole Hub, letteralmente fulcro, elemento centrale, a voler indicare un luogo di condivisione e comunicazione di dati organizzato, col nome della città di origine del progetto, da sempre crocevia di grandi traffici economici e dimora di grandi personalità storiche. Si scrive “HuBrindisi” ma si legge “U Brindisi”, perchè scopo primario del progetto è coinvolgere l’individuo in prima persona, attivamente, nella riqualificazione della città partendo appunto dalla making culture. HuBrindisi sarà uno spazio multidisciplinare come mai creati prima nella provincia di Brindisi ed avrà come obbiettivo primario quello dell’inclusione e dell’integrazione di individui attualmente ai margini della società; vedrà coinvolti soggetti appartenenti a categorie svantaggiate, quali disoccupati , anziani, ex detenuti, tossicodipendenti in fase di recupero e donne maltrattate, tutti coloro che vogliono ampliare le loro competenze, ma anche ricercatori e professionisti che potranno servirsi della struttura per la ricerca e le realizzazione di prototipi e lo scambio di idee in campo scientifico e tecnologico. L’idea di partenza è quella di allestire uno spazio che possa ospitare diverse attività, una sorta di accademia del mestiere 2.0, che interesserà l’artigianato classico, quindi falegnameria ed ebanismo, sartoria e cucito, lavorazione del cuoio, lavorazione della creta, e l’artigianato digitale, soprattutto attraverso l’apprendimento dell’uso di stampanti 3d, quindi anche nuovi mestieri digitali e quindi laboratori di produzione e post produzione video e foto e modellazione 3D. Saranno organizzati di volta in volta percorsi formativi per il corretto utilizzo dei macchinari e delle attrezzature del laboratorio, in base al livello di preparazione dei corsisti; ma non solo, gli stessi tecnici saranno a disposizione di chi vorrà realizzare rapidamente un’idea o un progetto. HuBrindisi sarà un punto di partenza per molte di quelle persone che avranno una nuova possibilità di reinserimento, ed un polo di ricerca e condivisione utile per l’elevazione culturale della città

HuBrindisi, @Officinedellevante @makingculture @artiginanatocreativo2.0 @rimbocchiamocilemaniche @ripartiamodallacultura

Il progetto in un tweet
Brindisi
Città
BR
Provincia
Puglia
Regione