GloBus Project – CreACTive Kitchen

L’idea nasce da un veicolo giallo, spazioso al suo interno, allestito con file di panchine di pelle rosso scuro. Si tratta di un vecchio scuolabus ormai dismesso ma carico di simbologie in quanto ha segnato l’ingresso nel mondo della cultura e della socialità per generazioni di bambini. Oggi, osservando le panchine vuote al suo interno sembra quasi di sentire risuonare le loro voci, le risate o il rumore dell’involucro di una merendina accartocciata.
L’immagine evocativa di questo veicolo così intriso di storie e di esperienze ha stimolato la nostra fantasia spingendoci a concepire un suo possibile riutilizzo, non più come un mezzo verso la cultura ma lui stesso portatore di conoscenza. L’offerta culturale d’altronde rimane spesso circoscritta a certi ambiti sociali e fisici che in genere coincidono con il centro delle aree urbane, da cui l’idea di rispolverare l’antico uso della tradizione itinerante, associandola alla nascente tendenza della ristorazione on the road. Il vecchio scuolabus, attrezzato di una cucina multifunzionale, di schermo e proiettore compreso di impianto audio, diventa quindi il GloBus, un food truck specializzato nella preparazione di snack e bevande etniche che, come parte del menù, propone ai suoi clienti un viaggio d’esplorazione verso le altre culture. A guidarli in questo viaggio di sapori e di saperi sono proprio i migranti, nella fattispecie le donne, depositarie di conoscenze e tradizioni.
Nel suo insieme, il progetto GloBus si propone come veicolo di cultura e integrazione in due diverse direzioni. Da una parte si rivolge alle donne straniere, attraverso una rete costituita di collaborazioni con associazioni, enti e fondazioni che lavorano sul territorio, per offrire laboratori dove le attività manuali facilitano, attraverso la socialità, l’apprendimento della cultura e della lingua italiana. Dall’altra, e con il coinvolgimento stesso di queste donne, gira per le sagre, i festival e le piazze delle città, portando la realtà italiana a contatto con altre culture e ponendo grandi e bambini a confronto con il mondo globalizzato. A tal fine, il GloBus viene attrezzato di uno spazio esterno dedicato alle attività creative dei bambini, sempre sul filo rosso del cibo e della cultura e, a seconda delle occasioni e degli spazi a disposizione, prevede di ospitare performance, esposizioni o di trasformarsi in un cinema itinerante.
Tutte le esperienze vengono poi raccolte in un blog e in un sito internet sotto forma di video

La #condivisione è #itinerante sul #GLOBUS! Intrecciamo e scopriamo le culture del mondo anche grazie al #food

Il progetto in un tweet
Ravenna
Città
RA
Provincia
Emilia-Romagna
Regione