“A la to età mi saltavo i fossi par longo” (Alla tua età io saltavo i fossi per lungo). Questo modo di dire, molto comune dalle nostre parti, usano dirlo le persone più anziane verso ai più giovani. Significa: “Forza, non lamentatevi, muovetevi, che noi alla vostra età facevamo grandi cose, avevamo un buon lavoro e una famiglia…”
I tempi sono cambiati e ora, rimanendo sulla stessa figura retorica, i fossi si sono allungati ancora di più! Ecco perchè abbiamo dato questo nome al progetto: perchè vogliamo costruire qualcosa, vogliamo dare un contributo alla nostra comunità e provare a cambiare un pochino il nostro pezzetto di mondo.
Il punto di partenza di questo progetto è stato il sentire la mancanza di uno spazio di incontro, un luogo aperto, accogliente, trasversale ed intergenerazionale, che vada oltre la logica meramente commerciale e che dia importanza alle persone in quanto tali. Il borgo delle Torrate, è un luogo incantato immerso nella natura, con una bellissima torre medioevale a ricordare un passato di cavalieri e magia, all’interno del quale si sviluppa il nostro progetto.
In questo spazio sospeso nel tempo abbiamo l’ambizione di offrire e creare uno spazio per tutti quelli che vorranno ricordare come si stava una volta quando “non c’erano la televisione e i cellulari e la gente si incontrava e si parlava”. Perdersi e ritrovarsi in iniziative culturali, sociali e sensoriali diventa quindi il punto focale del progetto, dedicato ad una platea molto ampia e trasversale. In questi tempi caratterizzati da poche occasioni di condivisione e riscoperta reciproca riteniamo molto più che necessario creare un luogo accogliente e libero.
La sistemazione di un’area all’interno del bellissimo parco delle Torrate e la conseguente apertura di un’osteria vegetariana a km zero si pone come punto di partenza ideale per organizzare corsi e laboratori, dare vita a un parco esperienziale e sensoriale dove poter risvegliare i propri sensi, dare libero spazio a concerti di giovani musicisti, mostre di artisti emergenti ed eventi culturali di varia natura; ma anche solo un’occasione per godersi il bello e la natura passeggiando, ammirando il verde e chiacchierando. L’accessibilità alla struttura e ai vari eventi da parte dei diversamente abili costituirà un punto fondamentale del progetto.

#Torniamo a saltare i fossi…

Il progetto in un tweet
Chions
Città
PN
Provincia
Friuli-Venezia Giulia
Regione