FormaMentis

Un aborigeno in Africa non sopravvive se non sa come accendere un fuoco o interpretare i segnali della realtà che lo circonda. Quella per lui è cultura, è sapere che gli permette di essere funzionale all’interno del proprio habitat.
Sul concetto di cultura si fonda FormaMentis. Tutto è cultura nella misura in cui permetta al sapere di poter essere d’aiuto alla sopravvivenza di un individuo all’interno della propria comunità.

FormaMentis sarà il luogo in cui il sapere di un intera comunità e dei suoi protagonisti potrà trovare espressione e strumenti per essere sviluppata in semplicità, allargandone i contenuti e il numero di persone che ne comprendono l’importanza.
Gli individui operanti all’interno di FormaMentis producono cultura, fanno arte, ne parlano e la concettualizzano, fanno elaborati finalizzati alla comunicazione, su un particolare tema, secondo quelli che sono i loro relativi campi professionali.

La mission di FormaMentis sta nel voler concretizzare in sede, sotto lo stesso tetto operatori dei settori artistico e culturali (grafica, fotografia, pittura, scultura, musica, letteratura, teatro, ecc.) per realizzare, secondo i criteri del co-Working, progetti interdisciplinari di sensibilizzazione su temi etico e sociali.
In altre parole, scegliere un tema unico che sia di particolare interesse per la comunità e far si che gli operatori all’interno del centro sviluppino progetti spendibili di comunicazione.
E in questo si pone l’obbiettivo di essere da tramite tra le risorse umane inespresse del territorio e l’apparato sistemico di innovazione. Per creare tessuto culturale fertile alla nascita e allo sviluppo di creatività.

Una filosofia di pensiero basata sul dare spazi interdisciplinari di apprendimento che possano produrre e formare progetti. Dando la forma mentis del credere nelle proprie idee per essere catalizzatori della realtà che circonda gli autori di innovazione non ancora formati.

La struttura per la sede di FormaMentis sarà una delle ville di Ficarazzi sequestrate alla mafia, da restituire al tessuto urbano, trasformandola da rudere dismesso simbolo dell’identità mafiosa a centro urbano simbolo d’innovazione, catalizzatore per le potenzialità inespresse dei progettisti e di valorizzazione per le tipicità del territorio.
E’ il luogo per l’individuo, da intendere come progetto, in cui trovare il miglior contesto produttivo, fatto di luoghi di convivialità, istruzione e accrescimento trasversale, a costo zero.

Smart co-Working. Fatto di persone intese come progetti. Fatto da progetti intesi come spazi concettuali di cultura. #culturabily3

Il progetto in un tweet
Ficarazzi
Città
PA
Provincia
Sicilia
Regione
Social accounts