Cose dell’altro Sulcis – Arte, ospitalità, racconto

Il territorio oggetto dell’intervento, il comune di Perdaxius e i comuni limitrofi, è ricco di beni materiali e immateriali, in un’area geografica di grande interesse ambientale. Tuttavia, come molte zone rurali della Sardegna, anche questa attraversa una crisi profonda: isolamento culturale, disaffezione per il proprio territorio (con spopolamento giovanile), impoverimento del tessuto produttivo e disgregazione sociale. “Cose dell’altro Sulcis” sostiene la capacità di sviluppo di questi territori attraverso un modello condiviso, basato sulla valorizzazione delle identità e culture locali e sulla loro crescita economica e turistica.
Il progetto intende trasformare un luogo già nella disponibilità di Cherimus per renderlo adatto ad accogliere viaggiatori interessati ad un contatto diretto con le comunità, all’apprendimento creativo e alla narrazione del territorio in forme diverse. Questo sarà il quartier generale del progetto, dove saranno accolti i turisti-viaggiatori e dove avranno luogo incontri e parte dei workshop ed eventi previsti. L’ottica è quella di un turismo responsabile che viva il territorio in modo sostenibile, attento ai bisogni delle comunità locali. Di conseguenza si sostiene l’impiego lavorativo e lo sviluppo economico nel Sulcis.
Per fare ciò, si attiveranno due strategie.
1) La creazione di una rete di comuni e associazioni che offrano, durante il corso dell’anno, attività nell’ambito della cultura archeologica, paesaggistica eno-gastronomica locale, destinate ai turisti accolti nella struttura di Cherimus. Si prevedono laboratori artigianali, passeggiate, visite a monumenti storici poco conosciuti o difficilmente raggiungibili, gestiti da associazioni del luogo e abitanti, specialmente giovani. Dopo aver seguito un percorso formativo, questi si organizzeranno in un team stabile di circa 15 persone specializzato nell’accoglienza.
2) Queste attività saranno affiancate dall’offerta di pacchetti culturali a pagamento, in cui saranno invitati artisti, musicisti, scrittori, fotografi e registi di livello internazionale a tenere workshop, nella struttura di Cherimus, aperti a residenti e turisti. I laboratori mirano all’arricchimento artistico-poetico delle attività citate, attraverso la collaborazione fra professionisti culturali e know-how locale. I manufatti prodotti durante i workshop saranno promossi sul portale web del progetto, e commercializzati nei circuiti artistici in cui Cherimus opera normalmente a livello internazionale.

Arte, ospitalità, racconto: il #Sulcis rinasce dalla sua cultura. #cosedellaltrosulcis #culturability3

Il progetto in un tweet
Perdaxius
Città
CI
Provincia
Sardegna
Regione