Alla voce “codesto” nel dizionario leggiamo: persona o cosa vicina al soggetto a cui ci si rivolge; usato nel parlato toscano, altrove spesso sostituito da questo e quello.
Ecco cosa rappresenta “CoDESTA”: la Toscana, la sua tradizione, la vicinanza agli interlocutori. CoDESTA è per noi, inoltre, un acronimo del risultato che vogliamo raggiungere: il comune che si desta.
Ci riferiamo a Poppi, un piccolo centro medievale situato nel cuore della Toscana, in provincia di Arezzo, da alcuni anni inserito tra i borghi più belli d’Italia ma che, a discapito di questo riconoscimento, sta conoscendo ormai da tempo un progressivo abbandono.
Convinti della necessità di un nuovo modello di sviluppo che faccia dei territori rurali un riferimento per qualità della vita e benessere sociale, contrastando il consumo di suolo e l’abbandono dei centri storici, abbiamo scritto il nostro progetto con la volontà di innescare un piccolo cambiamento di rotta in questo vortice pericoloso che sta gradualmente portando alla morte il nostro borgo.
Come? Tramite un SISTEMA INTEGRATO E PROGRESSIVO DI INTERVENTI che, attraverso il RIUTILIZZO di alcuni degli (innumerevoli) SPAZI MORTI DEL CENTRO STORICO, aggiunga FUNZIONI AD OGGI ASSENTI che costituiscano un richiamo sia per potenziali residenti che per un turismo sostenibile, desideroso di conoscere e vivere la ricca tradizione locale.
Gli interventi previsti (che, nell’ottica di una “vicinanza al soggetto a cui ci si rivolge” sono stati studiati a valle di un PROCESSO PARTECIPATIVO attraverso la somministrazione di un questionario ad abitanti e turisti di Poppi e comuni limitrofi) sono, sinteticamente, 4, dislocati in luoghi diversi del paese e connessi tra loro:
1)SPAZIO POLIVALENTE (CENTRO CULTURALE-COWORKING-UFFICIO TURISTICO): spazio ibrido di aggregazione legato alla cultura nella sua accezione più ampia che costituisca luogo di incontro e confronto per studenti, lavoratori, turisti, associazioni locali, fornendo a ciascuno spazi ed attività dedicati
2)SPAZIO DEDICATO ALLE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE del territorio
3)SPAZIO DEDICATO ALLA RISCOPERTA E VALORIZZAZIONE DELL’ARTIGIANATO LOCALE
4)ORTI DIDATTICI per l’avvicinamento degli studenti dell’Istituto comprensivo di Poppi alle buone pratiche naturalistiche ed ambientali.

Noi siamo Samuele (quello con la 500 rossa) e Chiara (la nipote di Orlandino), forse non vinceremo il bando, ma se doveste passare da queste cercateci e verremo a darvi il benvenuto.

“Perché in codesta stanza vuota non tu ci fai qualcosa di bono pel tu’ paese?”
#rigenerazione #partecipazione #Poppi #culturabilty3

Il progetto in un tweet
Poppi
Città
AR
Provincia
Toscana
Regione