Centro di Ricerca Musicale

Nel 2011 l’Associazione Pierrot Lunaire ha fondato un Centro di Ricerca Musicale (il primo in Italia con queste caratteristiche) presso il complesso Teatro San Leonardo di Bologna – vincendo un bando del Comune di Bologna per l’assegnazione dello spazio- facendolo diventare anche la sede stabile del Festival AngelicA (nel 2016 vedrà la sua 26-esima edizione).
L’obiettivo principale del Centro di Ricerca Musicale è quello di creare un laboratorio per la musica di ricerca e i musicisti che la praticano, e una stagione di musica, e di eventi collegati, dal carattere originale e che si discosti dai percorsi standard della circuitazione dello spettacolo. Un “laboratorio” stabile che riporterà Bologna al suo ruolo di riferimento per artisti, pubblico, operatori del settore nel mondo della musica di ricerca. Un progetto che contiene in sé una ragione sociale e si stacca dalla mondanità di tante manifestazioni che poco offrono invece alla crescita collettiva, se non un intrattenimento, alla lunga, sterile: perché il territorio va capito e considerato nella sua complessità, nei suoi bisogni e nelle sue necessità reali.
In questo nuovo spazio dedicato alla ricerca, Pierrot Lunaire ha coinvolto e coinvolgerà altre realtà musicali del territorio ( tra cui Conservatorio, Teatro Comunale di Bologna, Museo della Musica e le associazioni di settore) in modo da sviluppare una sinergia che non si limiti a un progetto artistico, ma comporti una crescita collettiva di tutti gli operatori e che possa offrire una visione diversa del fare e proporre musica. Uno spazio in cui sarà possibile registrare dischi, usufruire di impianti audio-luci e strumenti adeguati, fare prove e realizzare nuove produzioni; un Centro che si trova, grazie all’esperienza e alle relazioni di Pierrot Lunaire, già in una rete internazionale che lo collega alle più importanti realtà del mondo. Uno dei punti focali del Centro di Ricerca Musicale è quello di approfondire la collaborazione con istituzioni europee operanti nello stesso campo artistico fino alla creazione di una rete di luoghi e musicisti che divenga anche sistema integrato di promozione turistica.
Avere a Bologna un Centro di Ricerca Musicale significa proiettare la città – e la Regione di cui è capoluogo – al centro di un dibattito europeo sul fare musica oggi: in altre parole, colmare con un fatto di palpabile concretezza lo scarto che ci distanzia dall’Europa e dal mondo, amplificando così il senso di Bologna Città della Musica UNESCO.

Il Centro di Ricerca Musicale – la musica di ricerca ha trovato una casa
http://www.aaa-angelica.com/aaa/ricercaerinascimento

Il progetto in un tweet
Bologna
Città
BO
Provincia
Emilia-Romagna
Regione
Social accounts