Cascina Marsiglia – una Rivolta AgriCulturale!

A Rivolta d’Adda una grande cascina nella campagna cremasca si trasforma da ex centro di produzione lattiero caseario, obsoleto e sottoutilizzato, a luogo-laboratorio attraversato da relazioni che rigenerano contenitore e contenuti: il contenitore è la cascina, un bene della comunità, i contenuti sono le attività di AgriCultura che animeranno progressivamente i luoghi.
Cascina Marsiglia promuove un’idea forte: con la Cultura si mangia! Cultura, Agricoltura e Welfare generativo sono gli ingredienti che, combinati e ripensati in modo innovativo, creano impatto sociale e nuova cooperazione di comunità.
La cascina è disponibile, l’idea convince il gruppo di lavoro, la comunità e le istituzioni locali. Serve solo dare il via a un percorso inclusivo, culturale e creativo basato sul concetto di “hackerare” collettivamente – ovvero migliorare, reinterpretare e innovare ciò che esiste e si conosce – e serve raccontare e significare l’esperienza mentre la si fa, affinché sia fermento per altre cascine, altre campagne, altre comunità locali, altre imprese agricole, culturali e sociali in cerca di modelli nuovi e sostenibili.
Il progetto, raccontato anche con la produzione di un docufilm, prevede di coinvolgere la comunità locale di Rivolta d’Adda a “farsi” risorsa di un’esperienza di “capacitazione” collettiva che recupera e trasforma l’identità della cascina e i suoi spazi rendendoli produttivi e fruibili in modo nuovo: il cortile, il fienile, i 30 ettari di terra e le 27 stanze possono diventare luoghi abitati e comunitari in cui insediare le attività AgriCulturali che “nutrono” la Comunità locale. Si lavora con le associazioni culturali, i soggetti del terzo settore e persone in condizioni di fragilità, ma anche con imprese agricole e allevatori dell’area (imprese in fase di ricambio generazionale, crisi economica e cambiamento culturale). Si dà il via progressivamente ad attività multifunzionali e integrate: la filiera corta agricola-sociale-biologica sostenibile s’innesta con il Teatro di Comunità, l’Agricohousing si sposa con il Centro d’Interpretazione del Territorio e l’Editoria per l’infanzia s’incontra con l’Agrinido.
L’outcome è recuperare gli spazi della cascina insediando attività di AgriCultura che sperimentano e prototipano nuovi modelli di “multifunzionalità” che legano cultura, agricoltura e sociale in un ecosistema circolare generativo di bellezza e resilienza.
La speranza e l’ambizione è dare il via a una Rivolta AgriCulturale!

A Cascina Marsiglia semini cultura, raccogli comunità #culturability3 @CascinaMarsigl1

Il progetto in un tweet
Rivolta d'Adda
Città
CR
Provincia
Lombardia
Regione
Social accounts