Il Progetto #BISCEGLIELEGGE, gioco di parole per Bisceglie SCEGLIE ED ELEGGE doppiamente di rafforzare la sua identità con la lettura, mira a promuovere sul territorio la pratica della lettura coinvolgendo nuove fasce di utenti quali bambini, disabili, migranti, abitanti delle periferie con l’obiettivo di farne una leva per la crescita culturale della comunità, l’inclusione sociale, la multiculturalità e lo sviluppo della cittadinanza attiva, portandola fuori dalle sedi istituzionali – biblioteche, scuole – per dilagare nel tessuto urbano. La lettura diventa così lo strumento per creare ed esplorare SPAZI ALTRI in cui coniugare le diversità, per concentrarsi sull’altro, su qualcuno che ci sembra lontano e diverso ma non lo è: giovani e anziani, piccoli e adulti, normodotati e disabili, italiani e stranieri, sani e malati e altro ancora.

La scelta di Villa Angelica come perno delle attività di progetto mira a restituire alla piena fruizione sociale un gioiello architettonico che è insieme testimonianza delle ere più remote della storia del territorio, con la presenza nel parco di lastre contenenti orme di dinosauro rinvenute in una vicina cava, segni e simboli da leggere anch’esso per costruire l’identità della comunità attraverso il tempo e lo spazio.

Il progetto partirà dalla realizzazione della Biblioteca dei bambini negli spazi di Villa Angelica, spazio di cui i bambini saranno protagonisti non solo avvicinandosi al piacere della lettura, ma anche imparando a “gestire” la biblioteca, con la guida di operatori professionali.

La Biblioteca fuori dalla biblioteca sarà anche lo spazio di formazione dei volontari che offriranno negli anni a venire la propria opera a supporto della migliore fruizione delle biblioteche pubbliche presenti sul territorio. Lo spazio ospiterà inoltre seminari formativi per la promozione della lettura diretti a genitori, insegnanti, operatori sociali e culturali, attività di crossbooking e laboratori per sperimentare modalità innovative per l’avvicinamento alla lettura attraverso il teatro – kamishibai – la manipolazione, l’ascolto e l’utilizzazione di strumenti multimediali, con l’obiettivo di favorire l’avvicinamento alla lettura di utenti diversamente abili o con difficoltà linguistiche e/o espressive.

A completare le attività il ciclo Letture in periferia, eventi e laboratori per la ricerca di nuovi SPAZI per la lettura e nella lettura, in grado di sollecitare tutti a trovare la propria lettura del mondo.

Realizzare biblioteca diffusa con iniziative per avvicinare alla lettura i bambini valorizzando spazi pubblici FB Circolo Lettori Bisceglie

Il progetto in un tweet
Bisceglie
Città
BT
Provincia
Puglia
Regione