BeyONd – Luce sui processi creativi

BeyONd: oltre l’ordinario
BeyONd significa andare oltre l’idea di un teatro come forma di intrattenimento elitaria ed autoreferenziale, lontana dalle esigenze del pubblico, incapace di generare occupazione per i giovani e crescita sostenibile per l’economia locale.
BeyONd significa andare oltre la rappresentazione teatrale, rendere l’arte parte integrante della vita quotidiana della comunità, avvicinare soprattutto i più giovani attraverso l’opportunità di scandagliare le sfumature dei processi creativi.
BeyONd significa andare oltre l’attuale Teatro Off, verso una dimensione più ampia di cittadella della cultura, capace di coinvolgere attivamente tutte le realtà presenti nell’area e favorire la creazione di reti cooperative con artisti, artigiani creativi e produttori locali.

Spazio bianco e spazio nero
BeyONd prevede l’attivazione culturale di un ex magazzino collocato sulle mura storiche di Ferrara. Il triplice obiettivo sarà quello di aumentare l’offerta formativa, artistica e ricreativa attraverso la conversione in laboratorio in cui contaminare l’arte performativa con altre forme d’arte. L’area del magazzino viene denominata “spazio bianco” in opposizione fisica e concettuale allo “spazio nero” del Teatro OFF, sede delle stagioni teatrali proposte da Ferrara OFF. Il progetto sperimenta in questo spazio un modo diverso di fruire e fare cultura: laboratoriale, relazionale, esperienziale.

Luce sui giovani
Lo sviluppo di un nuovo pubblico, i più giovani, va di pari passo con la creazione di opportunità formative e occupazionali.
Dare luce ai processi creativi significa valorizzare un prodotto culturale in tutte le sue fasi di creazione. BeyONd offre a coloro che vogliono formarsi professionalmente la possibilità di appropriarsi di tecniche e competenze provenienti da discipline diverse, dal design alla musica fino alla cultura materiale puntando a trasformare l’area in una fucina di talenti e innovazioni in campo artistico.

Baluardo di cultura
Attraverso la collaborazione con il Comune di Ferrara, che ha concesso alle associazioni l’utilizzo degli spazi, è stato possibile trasformare il Baluardo in un centro culturale di sperimentazione musicale e teatrale. La rigenerazione dello spazio bianco è un passo ulteriore verso la complessiva riqualificazione e il consolidamento del Baluardo come realtà produttiva attraverso l’alleanza strategica tra ente pubblico e organizzazioni attive nell’area: Ferrara OFF, L’Ultimo Baluardo e Musi Jam.

#beyONd spazi per crescere dando luce ai processi creativi #performingart #industrieculturali
#culturability3

Il progetto in un tweet
Ferrara
Città
FE
Provincia
Emilia-Romagna
Regione