ATR contemporaneo: rigenerazione urbana di un deposito di Corriere

ATR Contemporaneo nasce negli spazi del deposito SITA, grande autorimessa delle corriere nel centro storico di Forlì. Costruita nel 1935 per risolvere la mancanza di collegamenti con i territori vicini, fin dalle sue origini il deposito connetteva la provincia, metteva in moto persone e creava opportunità di scambio. Il deposito era anche un luogo di produzione, nelle cui officine si manutenevano le corriere.
Questo progetto rigenererà il deposito, trasformandolo in un hub culturale e produttivo che favorisca nuove progettualità fra mondo delle arti, impresa, ICC, artigianato e università.
ATR Contemporaneo sarà un’officina di idee, uno spazio per le Arti, un laboratorio che sperimenta il ruolo delle creatività e dell’arte (visiva, performativa e applicata) nella rigenerazione di aree ai margini, un luogo capace di attirare e attivare le energie più dinamiche del territorio (artisti, ICC, piccole e grandi imprese).
Con l’assegnazione del bando “Sostegno allo sviluppo delle infrastrutture per la competitività del Territorio” dell’Emilia Romagna Spazi Indecisi e Città di Ebla sono divenuti gestori dello spazio attraverso un’ATS insieme al Comune di Forlì e la Società Consortile ATR, formalizzando così una partnership con l’ente pubblico, assolutamente inedita e sperimentale.
ATR Contemporaneo vuole:
-Essere un centro multidisciplinare di sperimentazione sulla rigenerazione urbana e sul bene pubblico
-Essere un hub culturale capace di favorire scambi e connessioni in dinamica fra artisti, imprenditori, università, valorizzando le specificità di corsi di laurea presenti (Interpreti e traduttori, Scienze politiche e diplomatiche, Fundraising)
-Essere un luogo di produzione e di fruizione artistica di valore internazionale in grado di essere strumento per lo sviluppo locale e un catalizzatore del dinamismo delle città
-essere officina artigianale che formi sul campo le professionalità, dalle più innovative (social media manager, videomaker, ecc.) alle più tradizionali che si stanno perdendo (fabbro, falegname, sarto, vetraio), per l’organizzazione di eventi, produzioni artistiche e interventi di rigenerazione urbana
-Attivare una rete di creativi e artisti eterogenei per trasformare il deposito in un luogo di sperimentazione culturale (musica, video, grafica, fotografia, architettura, design)
-Essere un punto di riferimento e di crescita per i settori tradizionali dell’arte
-Attivare una stretta collaborazione fra pubblico e privato inedita

www.atrcontemporaneo.it un ex deposito diventa hub per la rigenerazione urbana di spazi abbandonati contaminando arti, imprese e territorio

Il progetto in un tweet
Forlì
Città
FC
Provincia
Emilia-Romagna
Regione