Asilo nel Bosco

In una Genova in cui aprono ludoteche chiuse tra quattro mura, in cui il bambino interagisce in un sottobosco di gommapiuma e materie plastiche sopraffatto da baby dance e suoni artificiali, c’è chi è alla ricerca di quella dimensione di silenzio e contemplazione che solo il ritorno alla Natura può rispondere, dove il bambino può manipolare le forme e le consistenze che la Terra ci offre, esperire le stagioni e riconoscere i suoni e le melodie primordiali.
In una città come Genova, manca uno spazio nel verde a due passi dal centro dove vivere il bosco, bambini e famiglie, insieme. In un’area strappata all’urbanizzazione nella ex zona industriale della città di Genova, delle mamme hanno deciso di creare lo spazio dei propri sogni senza aspettare che qualcuno lo faccia al posto loro. Guanti da lavoro, cesoie e forza di volontà, si mettono in gioco per il bene proprio e dei propri figli, per trasformare il posto in bosco incantato. L’obiettivo è trasformare un’area boschiva lasciata al degrado, in un quartiere davvero disagiato, in un crocevia di laboratori, incontri, sinergie, dove le famiglie, i bambini, possano vivere e crescere e condividere.
Bambini in spalla, le mamme raccolgono forze e rastrelli e, incoraggiate dell’esperienza del vicino Ortocollettivo, cambiano faccia al quartiere!
Il progetto è quello di coinvolgere associazioni culturali, professionisti, cittadini e le famiglie genovesi, per creare – nel magico scenario del Bosco – uno spazio dove i bambini possano mangiare insieme, cucinare, disegnare, pitturare, costruire strumenti musicali, meditare, coltivare e perché no.. giocare liberamente esplorando! E dove anche i genitori possano crescere, grazie ad incontri e seminari sulla genitorialità, chi ha detto che anche le mamme non abbiano bisogno di uno spazio dove chiacchierare e scambiarsi consigli?
I laboratori e gli incontri avranno tutti una percentuale di accettazione ŠCEC (http://scecservice.org/site/a1/?page_id=55) per risultare fruibili a tutti. Un passo indietro del singolo a beneficio dell’intera comunità locale. “Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta” Richard Buckminster Fuller.

Un Bosco, strappato al degrado, spazio di libertà e condivisione per le famiglie! #culturability3 la cultura torna ad essere al centro!

Il progetto in un tweet
Genova
Città
GE
Provincia
Liguria
Regione
Social accounts